Aggiornamento sulla situazione al 09/08/22 in seguito ai casi di vaiolo delle scimmie segnalati in Francia e nel mondo.
Dall’inizio di maggio 2022 sono stati segnalati in Europa e in tutto il mondo casi di vaiolo delle scimmie non direttamente collegati a viaggi in Africa centrale o occidentale o a persone di ritorno da viaggi. Da allora, l’epidemia ha colpito un numero crescente di Paesi e la malattia è oggetto di una sorveglianza rafforzata in Francia e in Europa.

Sabato 23 luglio, il Direttore generale dell’OMS ha annunciato la dichiarazione di un’emergenza sanitaria di portata internazionale per questa epidemia. Si tratta del massimo livello di allerta dell’organizzazione e si prevede che i Paesi membri intraprendano una serie di azioni.

In Francia, le infezioni da orthopoxvirus sono soggette a una sorveglianza continua attraverso il sistema di dichiarazione obbligatoria. Data l’attuale epidemia, la sorveglianza di queste infezioni è stata rafforzata da Santé publique France e sono stati inviati messaggi di informazione, prevenzione e allarme agli operatori sanitari e alle popolazioni più a rischio.

Situazione in Francia
Al 9 agosto 2022 alle 12:00, sono stati identificati 2.601 casi confermati in Francia. I casi sono stati riscontrati più frequentemente nella regione Ile-de-France (885 casi, ovvero il 47% dei casi di cui è nota la regione di residenza), in Occitania (230 casi, ovvero il 12%) e in Alvernia-Rodano-Alpi (192 casi, ovvero il 10%).

La distribuzione dei casi per regione di residenza (quando nota) è presentata nella Figura 1 per i casi residenti in Francia. La distribuzione dei casi in base alla regione di segnalazione, quando nota, è presentata nella Figura 2.
La regione di residenza non è stata fornita per 699 casi e 10 casi risiedono all’estero.